influencer

Ovviamente l’argomento di oggi è fortemente vicino alla mia professione

http://www.lucreziapaolini.com/2016/05/10/social-media-manager/), ve ne parlo perchè ho da poco avuto un colloquio con un’azienda, dove tra le varie richieste c’era la conoscenza di qualche influencer. Per quanto io sia attiva sui social e segua molti influencer attraverso vari canali, non ne conosco neanche uno.

Sarà che sono un pò sfigata e non frequento questi figaccioni, ma conosco anche persone che non sanno che esiste questa professione.

Chi sono gli influencer?

Con il mondo del web e l’uso continuo del computer, si sono venute a creare tutta una serie di figure curiose. L’influencer è una persona che promuove un prodotto o un’attività attraverso vari canali, specialmente social e gioca con la sua presenza online per influenzare le scelte delle persone che lo seguono. Tendenzialmente sono utenti che hanno molti ‘seguaci/follower’ e creano mode, definiscono tendenze, ma soprattutto, hanno vite straordinarie. Solitamente hanno settore di nicchia che pubblicizzano, ma capita anche che non abbiano alcuna competenza specifica, come nel caso dei vip, basta la fama ed il gioco è fatto.

Cosa sfruttano? la stessa logica del PASSAPAROLA.

Facciamo ora un piccolo esempio per capire l’importanza degli influencer nel marketing.

‘La mia azienda X vende trucchi, ma non è ancora conosciuta e ci sono milioni di competitor. Seguo su instagram una ragazza che prova i trucchi, li commenta ed ha molti follower del settore. Da azienda la contatto e gli propongo una collaborazione, lei accetta. Pubblica un tutorial trucco nominando la mia marca e tutto d’un tratto le vendite aumentano! Sembra ancora così assurdo? Eppure ci ha solo consigliato un prodotto. In realtà è come fidarsi di un amica che per passaparola ci consiglia un buon mascara (tutti sappiamo che non esistono mascara degni di nota), se addirittura una persona di cui mi fido, me ne consiglia uno buono, perchè non provarlo?’

Gli influencer hanno rapporti con le persone che sono interessate ad ascoltarli, creano community che hanno un forte legame con il marchio, perchè per l’utente, esso è credibile. Creano dunque Audience ed una percentuale maggiore di vendita del prodotto.

Son talmente importanti che Real Time gli dedica anche un programma, chiamato appunto; The influencer.

 Come contatto un influencer?

Quali sono i canali più usati per creare relazioni? Linkedin ricopre un ruolo primario (62%), Twitter secondo posto del (50%) insieme alle e-mail, le buone classiche email (50%). Facebook non viene quasi più utilizzato per contatti lavorativi seri in questo campo.

Quanto costa una collaborazione?

Qui entriamo nel vivo del discorso, si vocifera che gli Influencer abbiamo regali di collaborazione. Es; ‘Se io imprenditore, produco magliette, contatto il signor pinco pallino che si occupa di fashion ed è influencer del settore, gliela regalo e lui si fa una bella foto’. Guadagno visibilità e lui ha una nuova maglietta.

Succede, ma vi sfaterò il mito. Anche questo è un lavoro ed ha dei costi che le aziende devono calcolare. Difficilmente infatti si avranno collaborazioni di questo tipo con influencer che fanno questo di mestiere. Sapevate che un post su instagram di moda lo pagano sui 400 $, viaggi, musica e lifestyle siamo sui 100/200 $? Il costo è direttamente proporzionale ai follower, dunque più ne hai, più guadagni (geniale se li compri, ma prima o poi sfateranno tutti i finti influencer compra like/follow). Vi linko un articolo ben strutturato che mostra anche i costi per l’ engagement.  http://www.webinfermento.it/costo-instagram-influencer-marketing/

Se guarderete le loro storie su instagram, sicuramente proverete un pò di invidia, vi avverto…

Gateaway Beachwear at Zaful